Assistenti Sanitari

(D.M. 17 gennaio 1997, n. 69)

Nessun risultato

La pagina richiesta non è stata trovata. Affina la tua ricerca, o utilizza la barra di navigazione qui sopra per trovare il post.

L’Assistente sanitario è il professionista che occupa un ruolo centrale nell’ambito della prevenzione, promozione ed educazione alla salute. Rivolge le sue attività alla persona, alla famiglia e alla collettività. Da sempre il fine più alto della professione è quello di diffondere la cultura della salute nella popolazione, intendendo come Salute non solo l’assenza di malattia, ma piuttosto la condizione di armonico equilibrio fisico e psichico dell’individuo dinamicamente integrato nel suo ambiente naturale e sociale.

(D.M. 17 gennaio 1997, n. 69)

Individua i bisogni di salute sulla base dei dati epidemiologici e socio-culturali, i fattori biologici e sociali di rischio e le priorità di intervento preventivo, educativo e di recupero. Svolge le proprie funzioni con autonomia professionale utilizzando tecniche e strumenti specifici (counseling individuale, di coppia, familiare e lavoro in gruppo).  E’ responsabile dell’attuazione degli interventi e delle soluzioni che rientrano nell’ambito della propria competenza. Individua e agisce utilizzando strumenti di analisi della domanda, gestione dei casi, orientamento, studi di popolazione ricerche epidemiologiche e socio sanitarie. Progetta, programma, attua e valuta interventi di educazione alla salute rivolti a persone, famiglie, gruppi e comunità in tutte le fasi della vita ed in ogni stato di salute e condizione di rischio. Programma e gestisce le attività dell’intero ciclo vaccinale promuovendo l’adesione alle vaccinazioni raccomandate dal Ministero della salute e dalle Regioni, assicurando la corretta somministrazione, la gestione dell’anagrafe vaccinale, l’adeguata informazione, l’attività di recupero degli inadempienti e di gestione della vaccino hesitancy. Sorveglia le condizioni igienico-sanitarie nelle famiglie, nelle scuole, nelle strutture sanitarie e socio-sanitarie e nelle comunità assistite. Controlla l’igiene dell’ambiente e del rischio infettivo attivando la sorveglianza epidemiologica. Previene e controlla le malattie infettive anche mediante la gestione del sistema di segnalazione. Partecipa ai programmi di pianificazione familiare e di educazione sanitaria, sessuale e socio-affettiva, effettua visite domiciliari fornendo consulenza e supporto ai genitori per la promozione della salute del bambino e della famiglia. Attua interventi specifici di sostegno alla famiglia, prevenzione e controllo delle malattie croniche degenerative attivando risorse di rete in collaborazione con i medici di medicina generale e altri operatori sul territorio e nelle Case della salute svolgendo una specifica funzione di raccordo interprofessionale. Partecipa all’organizzazione e gestione degli screening di popolazione promuovendone l’adesione e l’adeguata informazione per la prevenzione delle malattie oncologiche. Partecipa all’organizzazione e gestione della sorveglianza sanitaria dei lavoratori, della valutazione del rischio e della prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali, dei programmi di formazione e informazione e promozione della salute rivolti ai lavoratori. Concorre alla formazione e all’aggiornamento degli operatori scolastici e collabora agli interventi di promozione ed educazione alla salute nelle scuole di ogni ordine e grado. Concorre alle iniziative dirette alla tutela dei diritti dei cittadini rilevando i livelli di gradimento da parte degli utenti e operando negli uffici di relazione con il pubblico. Partecipa alle iniziative di valutazione e miglioramento della qualità delle prestazioni dei servizi sanitari. Relaziona e verbalizza alle autorità competenti proponendo soluzioni operative. Ogni altra forma di lavoro aggiornata e indirizzata alla tutela della salute della persona.

Ambito pubblico: Aziende USL e Ospedaliere (Dipartimenti di prevenzione; igiene e sanità pubblica; servizi di prevenzione e sicurezza negli ambienti di lavoro-SPESAL; centro screening; servizi di igiene degli alimenti e della nutrizione-SIAN; medicina dello sport; pediatria di comunità; ambulatori di pneumologia, oncologia, per immigrati; Distretti; Case della salute; consultori familiari; Dipartimenti di salute mentale e dipendenze patologiche; medicina penitenziaria; centri per l’educazione alla salute; uffici formazione; uffici qualità e valutazione prestazioni sanitarie; uffici relazione con il pubblico; medicina legale; servizi di prevenzione e protezione; Medico competente; Direzioni sanitarie; Igiene ospedaliera; servizi di consulenza genetica); IRCCS; Università; INAIL; INPS. Ambito privato: strutture sanitarie, socio-sanitarie, ambulatoriali e cooperative. Libera professione: studi professionali, società di servizi, centri di consulenza, scuole di formazione, assicurazioni sanitarie.

Hai Bisogno di Informazioni?

Compila il modulo e poni il tuo quesito, cercheremo di risponderti il prima possibile. Grazie

In base alle vigenti norme, l’indirizzo di posta elettronica inserito nel modulo di contatto e utilizzato per rispondere alla richiesta sarà cancellato immediatamente dopo la risposta. Nel caso, per varie ragioni, non sia possibile rispondere alla richiesta questa verrà cancellata automaticamente entro 30 giorni dalla data della richiesta.

3 + 5 =

Torna in alto