21/01/2020
21/01/2020

Recupero crediti ECM dei trienni precedenti: un anno di proroga per tutto il 2020

Con la Delibera del 18 dicembre 2019, la Commissione Nazionale per la Formazione Continua (CNFC) ha stabilito che sarà possibile recuperare i crediti formativi ECM relativi al triennio 2017-2019 fino al 31 dicembre 2020.
Nella stessa delibera è stato anche confermato l’obbligo del raggiungimento dei 150 crediti formativi per il triennio 2020-2022.

Tutti i Professionisti Sanitari hanno dunque la possibilità di utilizzare i crediti ECM di quest’anno per effettuare il recupero di quelli che non sono riusciti ad ottenere nel triennio appena concluso (2017-2019), così come anche per quello precedente (2014-2016).
Insomma, il 31 dicembre 2020 rappresenta la data ultima entro la quale ogni Professionista Sanitario potrà mettersi in regola per i 6 anni precedenti, in vista di una riforma dell’intero Sistema ECM da compiere entro l’anno.
Tale revisione sarà finalizzata ad elevare la qualità formativa, a migliorare le competenze dei professionisti Sanitari e ad assicurare appropriatezza all’assistenza prestata dal SSN.

Oltre a motivazioni di riforma del Sistema ECM, la concessione di questa proroga ECM da parte della CNFC ha l’obiettivo di fare fronte alle conseguenze della Legge Lorenzin di riforma degli Ordini Professionali, entrata in vigore l’11 gennaio 2018.
A seguito di tale legge sono stati creati nuovi Ordini Professionali e
Dunque circa 200.000 nuovi professionisti si sono iscritti al portale del COGEAPS. Questo ha comportato un carico di richieste difficilmente gestibile con un allungamento delle tempistiche di aggiornamento delle posizioni anagrafiche dei crediti ECM.